LETTERA APERTA DELLA DIRIGENTE SCOLASTICA ALLA COMUNITÀ SCOLASTICA DEL 30*C.D. “G.PARINI” DI NAPOLI

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

LETTERA APERTA DELLA DIRIGENTE SCOLASTICA ALLA COMUNITA' SCOLASTICA DEL 30° C.D. "G. PARINI"
Cari genitori, carissimi alunni, cari docenti, caro personale ATA, cari collaboratori scolastici, "La scuola ai tempi del coronavirus", così' titolerei l'insieme delle riflessioni che affollano la mia mente in questi giorni e che desidero condividere con tutti voi; o forse sarebbe più opportuno dire: "Il mondo ai tempi del coronavirus ", poiché si tratta di un fenomeno mondiale che modifica - anche se solo temporaneamente - la nostra socialità, le nostre relazioni. Ci raccomandano di tenere una distanza di almeno un metro l'uno dall'altro, di non stringerci la mano, di non abbracciarci... Ma se questo serve a contenere la diffusione del virus siamo disposti a seguire le raccomandazioni del Comitato Scientifico del nostro Governo. I media ci inondano di notizie sui contagi, sugli isolamenti volontari, sulle vittime purtroppo. Ma l'umanità no, quella nessuno ce la può togliere, nemmeno il coronavirus. Le attività' didattiche sono state sospese ormai fino al tre aprile; eppure, proprio in questi giorni di sospensione, la nostra, la vostra scuola, non è mai stata così in fermento. In questo fermento ho sperimentato la vera "collegialità", un termine tanto usato in ambito scolastico ma che ha radici antiche poiché deriva dal latino e si riferiva al modo di esercizio dei magistrati che lavoravano in coppia per controllarsi e sostenersi a vicenda. Ho sperimentato la collegialità, non burocratica e formale ma quella reale che si è espressa nel lavoro alacre di tutti i lavoratori della scuola: i docenti che, con guanti e mascherine vengono a scuola per lavorare sulla didattica a distanza per tutti gli alunni al fine di non spezzare quella fantastica relazione che solo nella classe reale e non virtuale si realizza compiutamente; il personale ATA che ogni giorno ottempera al dovere amministrativo; i collaboratori scolastici che con il sorriso che si intravede da sotto le mascherine, puliscono quotidianamente gli ambienti, le suppellettili, i banchi, le sedioline purtroppo vuote, tutto; i genitori che,già nei giorni antecedenti la sospensione delle attività didattiche,hanno compreso la mia fermezza nel frenare gli assembramenti negli spazi anche esterni della scuola, nell'interesse della salute di tutti. Desidero ringraziarVi tutti, dal profondo del cuore, poiché mai, come in questa triste circostanza , mi sono
sentita fortemente parte di una "squadra", la squadra della nostra, della vostra PARINI. A voi genitori sono particolarmente vicina poiché comprendo il vostro sacrificio di conciliare il lavoro con l'impegno di tenere a casa i propri figli, aiutandoli nel lavoro scolastico che in questo periodo si svolge solo da casa, sforzandovi di mantenervi sereni ai loro occhi, per non allarmarli. Ma i piccoli comprendono, si adattano e meglio degli adulti a situazioni nuove. Sogno il giorno che finalmente si riapriranno per tutti loro i cancelli della scuola per accoglierli con la gioia e la serenità che la loro età esige. Spero davvero che quel giorno arrivi presto. Se il nostro senso civico prevarrà, se osserveremo con costanza le regole per contenere e sconfiggere questo nemico invisibile, ce la faremo e magari questo periodo buio sarà servito a farci riapprezzare la forza di un abbraccio, di una stretta di mano, di un bacio.
Vi abbraccio forte tutti, anche se solo virtualmente.
Napoli, 11 Marzo 2020
Il Dirigente Scolastico
Maria De Luca

Allegati

Contatti

Contatore Visite